martedì 25 dicembre 2012

El Eternauta.

Mentre mezzo mondo oggi celebra la duemiladodicesima ricorrenza della nascita di un uomo che avrebbe salvato l'Umanità dal cosiddetto peccato originale, credenza che rispetto ma personalmente rifiuto, preferisco oggi rivolgere la mia attenzione a un uomo, uno scrittore e fumettista, che morì trentacinque anni fa per salvare il senso più profondo dell'Essere Umano. Si tratta di Hector German Oesterheld.


Mi è capitato di leggere oggi il terzo volume de L'Eternauta, sua opera più nota e a me regalata dall'amico fumettista Luca Frasca, e di approfondire la sua storia.
Troverete informazioni ben più attendibili di quel che potrei fornire io rimaneggiando le fonti, qui,  e qui mentre qui il suo nome figura tra i desaparecidos. Già, perché questa fu la sua fine, sotto la dittatura militare argentina. Nella saga del suo personaggio, viaggiatore (per lo più inconsapevole e suo malgrado) del Tempo, non è difficile ravvisare la ricerca della sua famiglia, che prima di lui finì nelle grinfie degli assassini e, nell'invasione aliena così magistralmente sceneggiata e disegnata da lui e da Francisco Solano Lopez, la rappresentazione della violenza della dittatura sulla popolazione di Buenos Aires.
Un esempio meraviglioso di come la fantascienza, e per di più attraverso quella tecnica di narrazione affascinante e raffinata che è il fumetto, possa contribuire al senso più alto della definizione di Essere Umano, quello della Ricerca e della Lotta per la Libertà.

sabato 17 novembre 2012

In uscita in questi giorni: MONDO9, di Dario Tonani


«Not since Harlan Ellison’s "I Have no mouth and I must scream" has there been a better depiction of man at the mercy of his own vindictive and sadistic creations». 
[Paul Di Filippo]



Esce in questi giorni da Delos “Mondo9” di Dario Tonani, volume che raccoglie le quattro novelette già uscite in ebook tra il 2010 e febbraio di quest’anno per l’editore nativo digitale 40k. Passare dal digitale alla carta stampata è singolare, di solito si segue il percorso inverso: questo però dà una misura del successo ottenuto dai quattro capitoli della mini-saga steampunk, rimasti per mesi nella top ten degli ebook più venduti. Il primo - “Cardanica” - dopo essere stato nel 2010 il quinto ebook più scaricato dell’anno sulla piattaforma di Bookrepublic, è stato tradotto in inglese ed è approdato sul mercato americano dove ha ottenuto l’apprezzamento entusiastico del padre riconosciuto dello steampunk, Paul Di Filippo, ed è rimasto per 9 settimane nella “top 100” dei technothriller su Amazon US.
Per l’edizione cartacea l’autore ha revisionato da capo a fondo i racconti e li ha arricchiti di contenuti nuovi.

Leggiamo dal sito di Tonani:

Mondo9 è un pianeta desertico, infetto, letale, una sconfinata distesa di sabbie velenose punteggiata di agglomerati urbani fatti di ingranaggi, ruote dentate e pulegge. Nel corso dell'evoluzione i suoi abitanti si sono applicati a una sola scienza, la meccanica, hanno sviluppato una sola disciplina, la carpenteria, rendendolo il regno delle macchine, del metallo, della ruggine. Il pieno dominio sull'elettricità è ancora solo una chimera, eppure Mondo9 vive su una fiorente attività di commerci. A solcare i deserti tra una città e l'altra (ma anche i ghiacci dei poli) sono titanici veicoli a ruote, grandi quanto bastimenti e governati da decine di uomini. La Robredo è una nave ciclopica, la più potente e famelica di Mondo9, fiore all'occhiello della cantieristica locale. È costruita di rude metallo, alimentata da un mix alchemico di vapore, olio lubrificante e batteri. Ma soprattutto è una creatura senziente! Fa su e giù dal deserto alle banchise polari, viaggiando per mesi senza incrociare anima viva, in balia degli elementi e di una natura selvaggia, estrema, infernale."

Il tutto immerso nel contesto di una guerra che oppone metallo a metallo, uomini a macchine, prodigi della natura a creature ibride per metà animali e per metà esseri meccanici, tra banchi di sabbia pirica, un misterioso morbo che trasforma la carne in ottone e fiori giganteschi che si nutrono di ruggine...

“Mondo9”, Dario Tonani, Delos Books, 168 pagine, 12,80 euro.



DARIO TONANI, milanese, giornalista professionista, è al suo sesto libro. Ha pubblicato per Mondadori tre Urania – “Infect@” (2007), di cui sono stati opzionati i diritti cinematografici, “L’algoritmo bianco” (2009) e “Toxic@”, 2011 -, un’antologia personale per Delos Books (“Infected Files”, 2011) e un’ottantina di racconti sulle maggiori testate di genere italiane (Giallo Mondadori, Segretissimo, Urania, Millemondi, Robot). Con le sue storie (alcune delle quali pubblicate all’estero) ha vinto numerosi concorsi, tra i quali nel 1989 il Premio Tolkien, due volte il Premio Lovecraft (1994 e 1999) e quattro il Premio Italia (1989, 1992, 2000 e 2012). Sposato, con un figlio di 18 anni, vive e lavora nella periferia del capoluogo lombardo, a due passi dagli stessi luoghi che descrive nei suoi romanzi. Il suo sito Internet è www.dariotonani.it

venerdì 16 novembre 2012

Domani a Firenze: Sentieri di notte.

Volentieri pubblichiamo il Comunicato relativo all'esordio nella narrativa di Giovanni Agnoloni. L'appuntamento è per domani, sabato 17 novembre, a Firenze.

Giovanni Agnoloni – Sentieri di Notte
(Galaad Edizioni 2012, Collana Larix, pagine 230, euro 12)
Presentazione alla BiblioteCaNova Isolotto
sabato 17 novembre alle ore 17

Sentieri di notte di Giovanni Agnoloni (Galaad Edizioni), segna l'esordio narrativo dell'autore fiorentino, già autore di saggi su J.R.R. Tolkien e traduttore. Siamo di fronte a un romanzo fantascientifico dalle tinte gialle, denso e carico di significati profondi.
Un romanzo viscerale, figlio della poetica del Connettivismo, avanguardia italiana le cui origini affondano nel Cyberpunk americano, ma anche nel Crepuscolarismo e nel Futurismo. Una storia frutto di una lunga e seria ricerca spirituale condotta dall’autore, che mira al ritorno alla Fonte, a una fusione con la radice dell'Essere. Un viaggio viscerale tra l’Ombra e la Luce, che passa per territori sondati dalla psicologia junghiana ed esplora la topografia di due grandi capitali della storia d’Europa, Berlino e Cracovia, fino ad affacciarsi sugli inquietanti ma suggestivi scenari dell’intelligenza artificiale e della post-umanità.

Sentieri di notte sarà presentato a Firenze presso la BiblioteCaNova Isolotto (Via Chiusi, 4/3° - quarto piano) sabato 17 novembre alle ore 17.

Sarà presente l’autore, che verrà introdotto dal Prof. Giuseppe Panella, critico letterario e docente della Scuola Normale di Pisa.

Questa presentazione è il primo di tre appuntamenti di un ciclo di incontri presso la BiblioteCaNova Isolotto a cura dello stesso Giovanni Agnoloni, dal titolo Storie di sopravvivenza.

Sentieri di notte è anche il primo romanzo della collana “Larix” di Galaad Edizioni, diretta da Davide Sapienza e dedicata all'esplorazione in senso geografico, umano e letterario.

La trama del romanzo. Che energia è racchiusa nel Chakra del Castello di Cracovia? E chi è Luther, l’androide che una notte del settembre 2025 si sveglia sulle sponde del Lago di Lucerna con accanto a sé il corpo del suo creatore? Un mistero si profila su un’Europa messa sotto scacco dalla Macros, multinazionale informatica che da Berlino ha preso il potere, privando il continente di internet e dell’energia, mentre a Cracovia un’enigmatica nube bianca avanza inglobando la città. La salvezza sta nel cuore di quella nebbia, attraversata da uno studioso irlandese di teologia in cerca del suo passato, e nel viaggio verso la Polonia di Luther e del programmatore cieco Christoph Krueger.

L’opera è disponibile in tutte le librerie italiane, e sul sito dell’editore, www.galaadedizioni.com, nonché sui principali siti di commercio librario online.

Giovanni Agnoloni
Sentieri di notte - Galaad Edizioni – Collana Larix

Distributori: Medialibri Diffusione srl e Libro Co. Italia srl 

Per informazioni: galaad25(at)alice(dot)it

venerdì 19 ottobre 2012

Scrittori in Città a Pescara, sabato 20 ottobre.

Sabato 20 ottobre, a partire dalle ore 17.00, otto autori della Leone Editore saranno riuniti a Pescara, nel Megastore Mondadori di Corso Vittorio Emanuele 159, per una presentazione comune e una lettura di alcuni brani dei loro romanzi. Silvio Donà insieme al padrone di casa Vincenzo Di Pietro, Chamed, Mario Mazzanti, Marco Righetti, Gianluca Durante, Helga Battaglini e Irma Di Patre intratterranno i presenti come meglio sapranno fare.
Fra i libri in catalogo, Pinocchio 2112 di Silvio Donà, raro esempio di buona fantascienza italiana pubblicata da un editore non specializzato nel genere.
Parte del ricavato delle vendite dei volumi sarà devoluto alla A.M.I.C.O. ONLUS che si occupa di ricerca sulle malformazioni neonatali.



lunedì 8 ottobre 2012

La fantascienza di Francesco Verso al Centro Elsa Morante.


In occasione dell’uscita in formato digitale del romanzo e-Doll – Il Fabbricante di Sorrisi, di Francesco Verso – vincitore del premio Urania Mondadori 2008 – il Centro Culturale Elsa Morante nell’ambito del ciclo: “Lo scrittore contemporaneo”, organizza un incontro con l’autore durante il quale si parlerà, oltre che di fantascienza, anche di editoria digitale e scrittura.
Moderatore dell’incontro, Pier Luigi Manieri saggista, autore teatrale e addetto alla programmazione artistica e culturale dell’Elsa Morante insieme a Emmanuele Pilia, critico d’arte e fondatore di A.L.T.A. - Associazione Laboratorio TransArchitettura
La presentazione si terrà presso il Centro Culturale Elsa Morante (Piazzale Elsa Morante, vicino al Centro Commerciale Eur Roma 2) il giorno venerdì 12 ottobre 2012, dalle ore 19. A seguire, aperitivo con l’autore.

sabato 28 luglio 2012

Con Studio 83 riprende il via "Venti Nodi".



Con Studio 83 riparte l'avventura di Venti Nodi. Il secondo numero sarà una monografia sul tema: "l'esordio", inteso ovviamente in senso letterario.

Venti Nodi 2 conterrà saggi, articoli e interventi vari sul tema discusso e affascinante dell'esordio dello scrittore. Ci saranno anche dei racconti, appunto prodotti da autori esordienti. La selezione è aperta e il contest scade a ottobre.

Sono disponibili qui il bando con il regolamento e tutti i dettagli che possono interessare il partecipante.

Per conoscere gli altri autori di Venti Nodi e avere un "assaggio" di dove potrebbe comparire il racconto di esordio, Venti Nodi Zero è in PDF è scaricabile su Lulu al prezzo di 2.50 €. Il cartaceo è disponibile su richiesta all'indirizzo ventinodi(at)studio83(dot)info al prezzo di 5.00 € più il piego di libri.

In bocca al lupo a tutti gli aspiranti!

venerdì 27 luglio 2012

Il vincitore del Premio Urania


Con qualche giorno di ritardo, ma non possiamo non dare notizia del vincitore del Premio Urania. All'edizione di quest'anno hanno partecipato più di sessanta proponenti, fra i quali la giuria (Federica Bottinelli, Silvia Castoldi, Mauro Gaffo, Marco Passarello e Sebastiana Vilia) ha selezionato come finalisti i seguenti cinque:

Stefano Agnoletto, Diario di un fuoriuscito 
Italo Bonera, Demone 
Alessandro Forlani, I senza-tempo 
Samuel Marolla, Milano anno zero 
Luigi Rinaldi, Hakkakei 

L’editor dei Libri periodici Franco Forte e il curatore di “Urania” Giuseppe Lippi hanno assegnato il primo premio al romanzo I SENZA-TEMPO di Alessandro Forlani, che sarà pubblicato nel numero di novembre della rivista.

Copiamo dal Blog di Urania:
"Il libro di Forlani rompe con gli schemi della fantascienza di questi ultimi anni e comincia con un avvenimento del tutto inspiegabile nel 2012. Di qui prosegue in due tappe distanti dodici anni l’una dall’altra, nel 2024 e 2036, sulle tacce di quattro strani vecchi con le facce segnate dalle verruche e particolarissime abitudini ereditate dalla notte dei tempi. I tre più innocui (si fa per dire) si chiamano Totali, Pantocrati e Maggioritariis: forse uomini d’affari, forse manipolatori della legge, visto che due sono anche legulei… e forse molto di più. Il quarto si fa chiamare Monostatos e ha in odio il mondo: “Io rattrappirò quest’aborto di epoca! Ho nostalgia di crinoline e carrozze, mi schifano gli edifici quadrati, mi annoia questo chiasso di cachinni, fragori e l’insipienza del tutto. M’irritano l’ovvio, il pratico, il razionale. Lo farò per appetito, cupidigia, capriccio, lo farò ‘perché sì’. Se l’universo ne sarà consumato io non me ne curo, sarò torpido, sazio. Il mio flato scoppierà nell’infinito…”. Il culmine del romanzo viene raggiunto in un crescendo di tensione che non deriva soltanto dalla sconcertante premessa, ma dalla discesa in una società italiana completamente malefica. Nell’attesa di scoprire insieme cosa c’è dietro, non possiamo che augurare buona pazienza a tutti!"

Questa e altre news alla fonte, qui.


Vivissime congratulazioni al vincitore!

martedì 17 luglio 2012

DELOS 146 è online.

Copiamo integralmente da Fantascienza.com la seguente notizia.

 
Esce lo speciale estivo di Delos, dedicato alla narrativa con racconti di scrittori fortemente legati alla Rete.
Anche quest'anno, il numero di luglio-agosto di Delos Science Fiction è interamente dedicato alla narrativa. Il filo conduttore che lega i racconti del numero speciale è che tutti gli autori sono fortemente legati alla rete e a Internet. Come scrive nell'introduzione Carmine Treanni: "Alcuni sono blogger e giornalisti web, altri hanno fondato riviste nate sulla Rete, altri scrivono webseries, altri ancora hanno fondato case editrici che si occupano di editoria digitale. Insomma sono tutti scrittori di fantascienza e proiettati anche nel futuro dell’editoria digitale." E propro al tema dell'editoria digitale è dedicata anche l'introduzione del curatore.
Gli autori di quest'antologia, dal titolo Improbabili universi, sono Giuseppe Cozzolino, Giovanni De Matteo, Arturo Fabra, Emanuele Manco, Marco Milani, Michele Nigro, Luigi Pachì e Francesco Troccoli. ogni racconto è preceduto da una breve biografia dell'autore.
Il numero 146 di Delos è leggibile gratuitamente online all'indirizzo www.fantascienza.com/magazine/delos/146/. La copertina è di Tiziano Cremonini.

sabato 7 luglio 2012

Il nuovo numero di Speechless online.

Dal 6 luglio è disponibile il n°1 di Speechless Magazine, rivista digitale free scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale www.speechlessmagazine.com, che già dal suo primo numero (n° 0) ha fatto registrare un impressionate risultato di 50.000 views in appena quattro settimane. 



Speechless Magazine nasce dalla vulcanica creatività di Alessandra Zengo, amministratrice del blog letterario Diario di Pensieri Persi e caporedattrice del portale Urban-Fantasy.it, ed è accompagnata dalla eccellente grafica di Petra Zari che ha saputo valorizzare ed esprimere al meglio il nostro punto di vista e il desiderio di staccarci dagli schemi preordinati e strutturati. 
Coadiuvata dall’esperienza, l'inventiva e la passione di un gruppo redazionale molto vario tra cui spiccano giornalisti, scrittori, blogger e editor, Speechless Magazine sin dal primo numero ha saputo convincere e interessare una vasta porzione di pubblico.
Speechless, infatti, è un contenitore culturale che desidera osservare da una nuova prospettiva il mondo editoriale e non solo, che vuole abbracciare con uno sguardo il panorama internazionale da Occidente a Oriente. Un giornale costruito affinché ogni lettore possa rispecchiarsi nelle sue mille sfaccettature: rubriche, articoli di approfondimento, recensioni letterarie e cinematografiche, racconti inediti di scrittori affermati o esordienti nonché uno sguardo dietro le quinte dell'editoria grazie agli articoli di addetti ai lavori che si sono prestati a raccontare la loro esperienza.
Speechless n° 0 era un sogno da realizzare, Speechless n° 1 dimostra che stiamo crescendo e vogliamo continuare a esserci, apportando un significativo contributo al panorama culturale italiano. La copertina e l’intervista di Luis Royo, come i racconti di Chiara Palazzolo, Dario Tonani, Elisabeth Hand ne sono la dimostrazione.
Potete leggere il numero 1 qui.



IL SOMMARIO

EDITORIALE
Alessandra Zengo
COVER ARTIST
Introduzione all’arte di Luis Royo (Claudio Cordella)
INTERVISTA: Luis Royo (Elena Bigoni)

EDITORIA
RUBRICA: Pixel Rubati (Giovanni Arduino)
INTERVISTA: Scott Eagan (Elisabetta Bricca)
Tradurre, Non Tradire (Marco Piva-Dittich)
RUBRICA: Lettori e "Lettori" (Sergio Bevilacqua)
RUBRICA: West Egg, Vaghezie dell'Editor (Alessandra Penna)
INTERVISTA: Jo March Agenzia Letteraria (Gabriella Parisi)
RUBRICA: Il Sottoscala (Manuela Salvi)
INTERVISTA: Fabio di Pietro (Elena Bigoni)

LETTERATURA
La ricerca della maternità: Le difettose di Eleonora Mazzoni (Elisabetta Ossimoro)
SPECIALE: Un metodo pericoloso: Sabina Spielrein e il femminile rimosso della civiltà (Leni Remedios)
Romanzi e Modernità a confronto (Sara Rattaro)
RACCONTO: I Fratellastri di Elizabeth Gaskell (Gabriella Parisi)
SPECIALE: Shooting in a Barrel: amore, morte e dinamiche generazionali nella Horror Fiction per teen ager (Selene Pascarella)
Il ritorno di Alice Allevi (Stefania Auci)
L’affascinante mistero di Thomas Pynchon (Barbara Maio)
Dieci Lune, Anime buie in un'antologia a tinte noir (Roberta de Tomi)
RACCONTO: Ragazza che passa di Chiara Palazzolo
Il Labirinto di Durrenmatt (Valentina Coluccelli)
La penultima verità su Philip K. Dick (Andrea Cattaneo)
RACCONTO: Cardio Ok di Dario Tonani
RUBRICA: I Luoghi dell'Immaginario (Miriam Mastrovito)
L’esordio sci-fi di George R.R. Martin (Valentina Bettio)
La Chimera di Praga: sogni, magia, dolore e speranza (Roberta de Tomi)
Il successo letterario di Suzanne Collins (Federica Urso)
RACCONTO: Zio Lou di Elizabeth Hand (Marina Albamonte)

NUOVI ORIZZONTI (culturali)
Il Fantasy Orientale: una frontiera ancora ignota (Massimo Soumarè)
Lo Yemen nel cuore (Francesca Rossi)
L’immagine e la parola in Tsutomu Nihei (Claudio Cordella)

CINEMA E TV
American Horror Story: L’orrore della porta accanto (Pia Ferrara)
Quella casa nel bosco: Alle radici dell’Horror (Carlo Lanna)

venerdì 6 luglio 2012

In arrivo: D-Doomsday.

Volentieri pubblichiamo la notizia ricevuta e relativa alla pubblicazione dell'antologia di AA.VV. dal titolo D-DOOMSDAY, a cura di Alexia Bianchini e Claudio Cordella.

"La vita appartiene ai viventi, e chi vive deve essere pronto ai cambiamenti."
Johann Wolfgang Goethe

La Fine dunque, come paura ancestrale. L’uomo ne è vittima inconsapevole fin dalla notte dei tempi. Lo stato di vertigine che ci coglie improvvisi nel pensare alla distruzione del nostro pianeta, o al drastico cambiamento di una società dispensatrice di comfort, è peggiore di quel senso di vuoto che proviamo quando pensiamo alla nostra morte. Mettiamo al mondi figli e lasciamo segni del nostro passaggio per creare continuità, ma cosa accadrebbe se un giorno finisse il mondo?
In virtù del fatto che questa antologia è nata aspettando il giorno fatidico in cui i Maya hanno decretato la Fine del Mondo, abbiamo creato il connubio fra il termine D-day, che identifica il giorno dell’attacco, e Doomsday, letteralmente “giorno del giudizio”, dando vita all’acronimo D-Doomsday.



L'idea per quest'antologia, legata a un sottogenere del fantastico come quello apocalittico e post-apocalittico, nasce da uno sguardo preoccupato rivolto alla triste realtà contemporanea. Una quotidianità che è non solo continuamente bersagliata da notizie di catastrofi, naturali e non, ma la cui stessa parvenza di normalità è assai fragile date le continue minacce. Dal terremoto che ha devastato il Giappone un anno fa allo sciame sismico che continua a tormentare le popolazioni dell'Emilia, alle rivoluzioni della cosiddetta “primavera araba” che hanno portato Libia, Siria e Yemen alla guerra civile. Le stesse notizie economiche, un tempo relegate alle ultime pagine dei giornali e alle rubriche specializzate in televisione, hanno assunto un ruolo principe nei notiziari così come nei nostri incubi. Il terrore del collasso economico, lo spettro della malnutrizione, del caos e della violenza che sempre si accompagnano alla morte di una nazione ci accompagnano costantemente. Il caso della Grecia, nazione vicinissima a noi e legata al nostro paese da un legame plurisecolare che risale all'antichità, è ormai assurto da tempo al rango di spauracchio per eccellenza della collettività.
A tutt'oggi dunque i Quattro Cavalieri dell'Apocalisse della tradizione evangelica, Guerra, Carestia, Pestilenza e Morte, sembrano essere decisamente attivi: da qui il bisogno di combatterli, di esorcizzarne il potere e la forza. Che cosa di meglio allora che riesumare quella narrativa apocalittica (e post-apocalittica) che aveva già imperato durante il periodo buio della Guerra Fredda? Dagli anni '40 -'50 sino ai primi anni '90, quando la caduta del Muro di Berlino e lo scioglimento dell'Unione Sovietica decretarono la fine di decenni di paura, sono stati scritti innumerevoli i racconti e i romanzi incentrati sull'olocausto nucleare, senza contare i fumetti, i film e i programmi televisivi prodotti nel corso di quei decenni. Il nostro intento è stato proprio quello di rispolverare questo patrimonio dell'immaginario, parte da tempo anche della nostra cultura popolare (si pensi al favore di cui tutt'oggi godono personaggi post-atomici come Mad Max o Ken il guerriero), rinnovandolo in base alle paure e alle ansie del nostro presente. Guerre e rivoluzioni, con o senza l'ausilio delle temutissime testate nucleari, crisi ecologiche ed ambientali, tecnologie e forze della Natura fuori controllo: l'antologia D-Doomsday riprende, amplificandola grazie all'immaginazione degli autori presenti, la scaletta catastrofista di un qualsivoglia talk-show d'attualità. Risultando proprio per questo immediatamente comprensibile da parte di qualsiasi lettore.
D-Doomsday è un'antologia che da qualsiasi punto di vista vuole essere multi-prospettica e offrire una molteplicità di punti di vista sulla “fine del mondo”, sul crollo della civiltà e sulle possibilità di sopravvivenza del genere umano dinnanzi al pericolo rappresentato da una catastrofe globale. Proprio per questo abbiamo riunito un pool di scrittori variegato ed eterogeneo, sia per esperienza che per stile: si va da un vincitore del Premio Urania come Maico Morellini (Il Re Nero) ad autori più abituati ad esprimersi con la poesia o con rutilanti racconti a carattere satirico-umoristico, come Claudia Beveresco (alias Cloda Agriglà). Samantha Baldin, autrice di genere Steampunk, ci affascina attraverso gli occhi dell’innocenza. Non mancano nemmeno le autrici minuziose di opere di saggistica, come Serena M. Barbacetto (La scienza delle anomalie: Il caso cinese. Teorie economiche al crocevia), la quale al tempo stesso lavora da diversi anni a una trilogia sci-fi e ha al suo attivo diverse novelle pubblicate. Anna Grieco ripercorre la mitologia, trasformando un’antica profezia in una novella moderna. Impareggiabile Vito Introna, forza della natura che si contraddistingue nel panorama italiano con gli albi di sci-fi curati personalmente da lui. Anna Battaglia presenta un testo dal sapore quotidiano nascondendo una triste realtà. Aurora Torchia (alias Cordelia Hel) smuove gli animi con un testo cyberpunk. Senza contare Diego Bortolozzo, noto tra i fans della fantascienza nostrana per le sue space-opera. Personalità più “dark” sono sicuramente la curatrice Alexia Bianchini, direttrice del webmagazine Fantasy Planet (della casa editrice La Corte), autrice di romanzi “neri” come Scarn e Minon, quest'ultimo in collaborazione con Fiorella Rigoni, anch'essa del resto presente in quest'antologia con un racconto weird, e Paola Boni, scrittrice e libraia, a cui dobbiamo la trilogia fanta-horror di Amon Saga. Valentina Di Martino, libraria e appassionata del genere fantasy, così come Daniela Barisone, ci presentano una Fine apocalittica ispirata al grande Romero. Stefano Sacchini scuote gli animi con la sua crudezza e Luigi Milani volge lo sguardo al futuro, attraverso un personaggio forte e irruento. Claudio Cordella ci fa sognare grazie alle sue visioni fantascientifiche, con una protagonista degna di nota. Filippo Tapparelli apre l’Antologia con un racconto realistico e chiude Anonimo, autrice che preferisce tenere celata la sua identità, con un testo meraviglioso, lontano anni luce dal nostro tempo. Come si può ben vedere si tratta di una “fauna” assai variegata: il loro scopo, al di là dei diversi scenari proposti, alcuni decisamente al di là dell'orrore, non è stato quello di dar vita a un moderno “memento mori”, un “ricordati che devi morire” del ventunesimo secolo. Anzi, tutt'altro, perché in ognuna delle opere raccolte in Doomsday brilla la scintilla della speranza: l'augurio che ciò che si è immaginato non si possa mai concretizzare.    

Gli autori:
ANONIMO - SAMANTHA BALDIN - SERENA M. BARBACETTO - DANIELA BARISONE - ANNA BATTAGLIA - ALEXIA BIANCHINI - CLAUDIA BEVERESCO - PAOLA BONI - DIEGO BORTOLOZZO - CLAUDIO CORDELLA - VALENTINA DI MARTINO - ANNA GRIECO - VITO INTRONA - LUIGI MILANI - MAICO MORELLINI - FIORELLA RIGONI - STEFANO SACCHINI - FILIPPO TAPPARELLI - AURORA TORCHIA

lunedì 25 giugno 2012

Altrisogni n.5 in uscita il 6 luglio

Volentieri pubblichiamo il comunicato stampa relativo al prossimo numero di Altrisogni.

Arriva in tempo per le vacanze il quinto numero della rivista digitale italiana di narrativa horror, sci-fi e weird, ricco di novità nell’aspetto e nei contenuti.



Disponibile dal 6 luglio, il nuovo Altrisogni presenta novità a livello strutturale, contenutistico e di immagine. A partire da questa uscita, agli articoli sulla scrittura e sul panorama editoriale italiano si affiancano articoli divulgativi per un pubblico più vasto: si inizia con un servizio di Michele Tetro su Black Park, il bosco più amato dal cinema fantastico. La seconda novità è nel comparto narrativo. Dal numero 5, Altrisogni pubblicherà il racconto inedito di un autore professionista del fantastico nazionale. L'iniziativa prende il via con Claudio Vergnani, già autore di un’apprezzata trilogia vampirica edita da Gargoyle Books.
La sezione narrativa di questo numero si articola così su otto racconti:

- La magia degli Abitatori del Prima, di Uberto Ceretoli
- Doposcuola, di Mirko Dadich
- L'avaro, di Simona Gervasone
- Fermata non prevista, di Luigi Milani
- Una donna con personalità, di Sergio Oricci
- La persistenza della memoria, di Valentino Peyrano
- Soggetto Zero, di Daniele Salvato
- Una luce, di Claudio Vergnani

La terza novità è multimediale: Altrisogni 5 viene arricchito da due opere artistiche di elevato spessore. La copertina e le immagini interne sono scatti fotografici realizzati da Samuela Iaconis e legati da un unico tema: la rivisitazione dark di Alice nel paese delle meraviglie. Lo stesso tema è affrontato da Francesco Lettera, musicista e compositore, che ha realizzato il brano inedito Alice. Una colonna sonora ideale per la lettura di questo numero, offerta come MP3 allegato e senza alcun costo aggiuntivo.

Altrisogni 5 offre un ulteriore omaggio ai suoi lettori amanti della scrittura: un setup-contenitore per racconti di fantascienza, realizzato come esempio ed esercitazione pratica a corredo dell’articolo di approfondimento sulla scrittura a progetto. Avete un racconto sci-fi nel cassetto? Incastonatelo nell’ambientazione di Purgatory Lounge e inviatelo alla redazione: i migliori saranno pubblicati!

Non poteva mancare il consueto appuntamento con l’intervista a un autore affermato. Questa volta tocca a Stefano Massaron, romanziere e traduttore, che ha vissuto l’elettrizzante esperienza di vedere il suo romanzo Ruggine diventare film. Cinema e scrittura sono quanto mai complementari, ce lo mostra anche il reportage sull’edizione 2011 del Premio Altrisogni – assegnato al miglior cortometraggio fantastico durante il Margherita Short Movies Fest – con tanto di intervista al vincitore Luca Pinciani.

Tutte queste novità si sposano con una ristrutturazione interna della redazione, che ha acquisito una valida squadra di collaboratori allo scopo di continuare a offrire un'esperienza di lettura digitale di alta qualità e la consueta attenzione alle opere di scrittori e illustratori italiani.

Sempre più ricco e votato a esplorare tutte le potenzialità dello “strumento ebook”, Altrisogni 5 è acquistabile a 2,90 euro sul sito dell'editore dbooks.it e su altrisogni.it.
Si può leggere su Kindle ed ebook reader di ogni marca, iPad e altri tablet, iPhone e smartphone vari, e ovviamente su PC e Mac.

Come sempre, è disponibile anche un’anteprima di 20 pagine scaricabile gratuitamente.
Non resta che attendere il 6 luglio!

Altrisogni - Rivista digitale di horror, sci-fi e weird
Pubblicata da dbooks.it
Canale di distribuzione: download
Prezzo: 2,90 euro

Informazioni di contatto:
Sito dell’editore: www.dbooks.it

lunedì 18 giugno 2012

In uscita: Noos – il canto del mondo, di G. Versace

Volentieri diffondiamo la notizia ricevuta da Ciesse Edizioni.

Ciesse Edizioni è orgogliosa di annunciare l’uscita di Noos – il canto del mondo, il nuovo romanzo di Graziano Versace, opera che segna per l’autore il ritorno alla fantascienza a qualche anno di distanza dai suoi esordi nella narrativa di genere.



La trama del libro

Renzo è un fotografo trentanovenne insoddisfatto della propria vita. Durante uno dei suoi viaggi, intrapreso più per desiderio di fuga che per lavoro, incontra Roberto, un amico di vecchia data, e si trova coinvolto in una straordinaria avventura. Roberto infatti, insieme alla sorella Frediana e ad altri amici, sta inseguendo una balena e una misteriosa sfera di luce, connesse in qualche modo al misterioso Ulisse. Il gruppo, navigando tra le isole siciliane alla ricerca della sfera e della megattera, rivivrà, in una serie di imprevedibili colpi di scena, i momenti salienti dell’Odissea. Fino al finale sconvolgente, che svelerà il mistero di Noos e cambierà per sempre le vite dei protagonisti di questa rutilante avventura.

L’autore

Graziano Versace è nato a Belmore (Australia) il 16/02/64. Laureato in Lettere Moderne, ha svolto per qualche tempo l’attività di psicoterapeuta umanistico-esistenziale. Attualmente insegna Materie Letterarie a Sant’Agata di Militello (ME). Ha pubblicato un libro di narrativa per la scuola dal titolo Biglie colorate. Per San Paolo Edizioni ha pubblicato i romanzi Ladri di locandine e Tutto il mondo dentro. Il suo primo romanzo di fantascienza Raimondo Mirabile, futurista è uscito per Edizioni XII.


La scheda tecnica del libro

Noos – Il canto del Mondo
Graziano Versace
CIESSE Edizioni
Genere: Fantascienza
Pagine: 240
Collana: SILVER
Data pubblicazione: giugno 2012
Progetto grafico copertina: Max Rambaldi
ISBN Libro: 978-88-6660-036-7 | ISBN eBook: 978-88-6660-037-4


La scheda del libro sul sito dell’editore: qui.

Per informazioni: email: info(at)ciessedizioni(dot)it
Tel. +39 049 8862219 – Fax +39 049 2108830

domenica 10 giugno 2012

Il canto oscuro di Alessio Brugnoli ora anche in versione cartacea.

Kipple Officina Libraria pubblica, in eBook e in formato cartaceo, Il Canto Oscuro, di Alessio Brugnoli.

Il romanzo, vincitore del Premio Kipple 2011, propone al lettore un ottimo esempio di steampunk di ambientazione romana: un panorama d’inizio secolo in cui le sorprese tecnologiche non mancano e l’azione si snoda tra eleganti teatri dell’opera, antiche residenze decadute, bische e la classica Roma “sparita”. Sullo sfondo di un’indagine, avviata per scoprire il responsabile di un crimine, si muove il principe Andrea il quale diventerà, suo malgrado, testimone di un tempo di trasformazione, un tempo che segnerà l'avvento di un nuovo modo di concepire l'elaborazione elettronica.

L’autore

Classe 1973, Alessio Brugnoli, laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni, è autore di testi sulla teoria del caos e sul marketing e curatore d’arte. Attivo sul fronte delle avanguardie artistiche, s’interessa anche di tematiche legate al Futurismo, alla SF e alla robotica. Collabora con la rivista Next. Nel 2011 si aggiudica il Premio Kipple. Il Canto Oscuro, testo risultato vincitore, è il suo primo romanzo.

La scheda tecnica dell’opera
Il Canto Oscuro
Alessio Brugnoli
Kipple Officina Libraria
Collana Avatar
Pagg. 176
Euro 15,00
ISBN 978-88-95414-75-1

ebook “DRM free”
ISBN 978-88-95414-72-0
Euro 2,50


# # #

ufficiostampa(at)kipple(dot)it
www.kipple.it
Twitter @KipplePress

giovedì 7 giugno 2012

Gargoyle Books pubblica Ursula K. Le Guin.

La notizia sarà certamente gradita. Gargoyle Books, che ha da qualche tempo compiuto la pregevole e rara scelta di puntare sulla narrativa di genere fantascientifico in senso stretto, ripubblica (a quanto pare in una nuova traduzione) il romanzo Città delle Illusioni, facente parte del Ciclo dell'Ecumene, di Ursula K. Le Guin. L'uscita è prevista a breve giro.


Chi vi scrive non ha mai fatto mistero della propria passione per la produzione della pluripremiata autrice californiana, ma la scelta in particolare di questo titolo, il cui protagonista è il Ramarren cui ho rubato il nome per il mio romanzo Ferro Sette, mi rende ancora più felice.
I migliori auguri agli amici della Gargoyle Books e in particolare a questo libro, che acquisterò immediatamente, anche perché per via della difficoltà, a suo tempo, di trovarlo in italiano, la sola versione che ad oggi ho letto è quella in lingua originale.
Dettagli ulteriori nel bel sito della casa editrice, ovvero qui.
A conferma del rinnovato interesse italiano per Ursula, ricordiamo anche la nuova bella rivista diretta da Salvatore Proietti, Anarres, che deriva il titolo da uno dei suoi pianeti immaginari.

lunedì 4 giugno 2012

Notturno Alieno alla Italcon 38.

Quando Gian Filippo Pizzo mi ha chiesto di moderare, in occasione della Italcon 38, la sessione relativa alla raccolta "Notturno Alieno" pubblicata lo scorso anno da Bietti, la mia prima preoccupazione è stata 'come farò a leggere quasi cinquecento pagine di racconti in pochi giorni?'. Ma dopo aver messo mano al volume, la mia ansia si è rivelata del tutto infondata: Notturno Alieno scorre infatti piuttosto in fretta, e con poche fisiologiche eccezioni i suoi racconti si fanno desiderare, uno dopo l'altro. 
Qualche numero per iniziare: 22 racconti, 24 autori (21 uomini e 3 donne), fra i quali il primato geografico va alla Liguria, della quale sono rappresentate tutte le province, da Ponente a Levante, seguita da Lombardia ed Emilia-Romagna.
Come lo stesso Pizzo e Stefano Di Marino ci ricordano nelle prefazioni, Notturno si propone di costituire una raccolta dal timbro ibrido fra fantascienza e noir, e la difficoltà con cui si riesce ad ascrivere ogni racconto a uno solo dei due generi sembra suggerire che l'operazione sia del tutto riuscita. 


Non entreremo certo nel merito dei singoli racconti, ma ci limiteremo semmai a tracciare linee generali, costellate da osservazioni sparse. Innanzitutto, Notturno è governata da due caratteristiche: la buona, quando non ottima, qualità media dei racconti, e la presenza di una dominante narrativa che, nell'ampia e fisiologica varietà di idee e ambientazioni, unifica il volume e gli restituisce un'identità precisa, quella che ruota attorno all'inquietudine dell'individuo posto di fronte ad avversità di varia natura, entità e sorte. 
Diversi racconti usano la religione (cattolica, ma non solo) per delineare un mondo distopico, come accade nel nerissimo Scangel di C. Astori, o nell'assai divertente Nostra Signora del Cretaceo di A. C. Cappi, o ancora in due racconti piuttosto angoscianti quali Cuore di Gomma di S. Roffo ed Eskatos di S. Ballerini. Curioso ritrovarsi a parlare di tutto ciò a pochi giorni dall'arresto del maggiordomo del Papa ad opera della Gendarmeria (chi ne conosceva l'esistenza prima d'ora alzi la mano) Vaticana, non trovate? Ma non è il solo sorprendente riferimento all'oggi: Robin Hood di Cavallotti e Rovinetti è ad esempio un gustoso racconto che narra la vicenda di un abile hacker che riesce a trafugare patrimoni illecitamente accumulati frammentandoli in una miriade di piccole somme a beneficio di pensionati e disoccupati, con anticipazioni dell'attuale situazione politica italiana dal sapore quasi profetico, mentre il cupo Negras Tormentas di D. Gallo ci propone un mondo dilaniato da guerre civili nel quale la direzione dei flussi migratori sembra essersi invertita, visto e vissuto da un fascinoso protagonista in fuga dalla sua stessa vita; ed è ancora sullo sfondo di una guerra globale senza una precisa geografia che si muove in una Genova apocalittica il protagonista dello sregolato (in tutti i sensi) ma godibilissimo Ys, Armorica, Camelot e Lyonesse di C. Asciuti. Non mancano dichiaratissimi omaggi, quali La formula del figlio, che F. Grasso ambienta sul pianeta Arrakis, nell'universo di Dune, il molto divertente (ed altrettanto inquietante) La scomparsa di Manarola di P. Prosperi, ispirato (e meritoriamente dedicato) a Dino Buzzati, o ancora il fortemente dickiano Nella città morente di D. Mastropasqua. A tutto ciò si affiancano bei racconti dal sapore più squisitamente fantascientifico quali Nei suoi panni di M. Debenedetti, Frammenti di una città di plastica di D. Tonani, Morte di un astronauta, firmato dal curatore Pizzo, La musa degli ultimi giorni di W. Catalano e infine Dormono soltanto, di Fazzari. Una nota dal sapore thriller-poliziesco si affaccia poi nell'originale Il Profumo del peccato, di G. Burgio e ne L'uomo politico che morì due volte, di C. Bordoni.
Da lettore di genere (maschile), infine, impossibile non notare l'intensa sofferenza che si cela dietro a protagonisti come quelli dei racconti di Asciuti, Gallo e Catalano che, sebbene in circostanze e modalità assai differenti, si ritrovano a vivere un'esistenza (tragicamente) segnata dall'incontro con la "femme fatale" di turno.
Notturno Alieno, oltre che un bel libro di fantascienza/noir, è una doverosa e riuscita prova di forza della narrativa italiana.

sabato 2 giugno 2012

Fantascienza balcanica in arrivo in Italia.

Veronika Santo è un'autrice di orgini croato-ungheresi che pubblica già da anni nei Balcani, in riviste e antologie. La sua attività inizia sul finire degli anni ottanta, prima di una lunga pausa legata alle tremende sofferenze che in quelle terre meravigliose il conflitto balcanico portò negli anni '90. 
Al pubblico italiano si presenta oggi con un'antologia personale dal titolo Il giardino delle polene - racconti balcanici, edita da Luigi Petruzzelli, mentre un suo romanzo vedrà la luce quest'estate in quel di Belgrado. Non è abbastanza per incuriosirci?
La raccolta italiana dei racconti di genere fantascientifico e fantasy firmati da Veronika sarà presentata giovedì 7 giugno alle 18.00, a Roma, presso la Libreria Enoarcano in Via delle Paste 106, con la partecipazione di Mauro Antonio Miglieruolo e Ugo Papi.


Copiamo dal sito delle Edizioni della Vigna, al quale rimandiamo per l'acquisto del libro, il numero 12 della Collana Fermenti, presto disponibile anche in e-book, qui:

Da tempo alcuni dei nostri scrittori di fantascienza riscuotono un buon successo nei paesi dell’Est. Ma la fantascienza e il fantastico non sono certo solo americani, o italiani. Questa volta desideriamo presentarvi un’antologia di una scrittrice di origine croato-ungherese, ma da anni in Italia.
Gli argomenti sono alle volte fantascientifici, alle volte fantastici; tuttavia la peculiare ambientazione, e lo stile caratteristico di Veronika, rendono a questi temi una nuova freschezza.
Troverete così viaggi nell’impero ottomano del tredicesimo secolo e nella puszta ungherese di metà Ottocento, ma anche strane mutazioni in un mondo futuro, forme di vita aliene che si aggirano nella Grande Foresta di Lika... e molto altro ancora.

martedì 29 maggio 2012

La fattoria globale, di R. Pestriniero, per i tipi di Tabula Fati

George Orwell scrisse di una fattoria in cui tutti gli animali erano uguali, salvo alcuni più uguali degli altri; Marshall McLuhan descrisse un mondo trasformato in villaggio globale grazie alle comunicazioni satellitari: entrambi esempi di uno scenario che, sostenuto da una tecnologia piena di buone premesse, è lanciato verso obiettivi la cui interpretazione è ambigua e le cui conseguenze sono imprevedibili. La fattoria globale rivela come questi postulati possano concorrere a realizzare un futuro in cui un lato oscuro della natura umana si combina e si alimenta di un lato oscuro della tecnologia per dar vita a un sistema micidiale. E’ un quadro agghiacciante, seppur ricco di fascino, un tourbillon di personaggi e situazioni che sembrano ma non sono, e dove apparenti normalità nascondono risvolti impensabili. Indagini poco ortodosse, cronaca nera e gente comune contribuiscono a svelare poco a poco una rete occulta che pare avvolgere tutto e tutti senza possibilità di salvezza. Pare, appunto. Ma ci sarà scampo per qualcuno? 



Renato Pestriniero, nato a Venezia nel 1933, sposato, una figlia. Fino al 1988 capo reparto presso filiale veneziana di multinazionale svizzera per ispezioni tecniche, merceologiche e certificazioni. Vive e lavora a Venezia. Tra le sue opere pubblicate: "Il villaggio incantato" (Bologna 1982); "Il nido al di là dell’ombra" (Chieti 1986); "Di notte, lungo i canali…" (Treviso 1994); "Una voce dal futuro" (Milano 1996); "Accadimenti. Itinerari veneziani insoliti" (Rimini 2000); "L’osella misteriosa del doge Grimani" (Spinea 2001); "Settantacinque long tons" (Bologna 2002); "Resurrezione" (Bologna 2004); "C’era una volta la Luna" (Bologna 2005); "Le Torri dell’Eden" (Bologna 2008) e "Le tre morti di Aloysius Sagredi" (Chieti 2011). 

Renato Pestriniero LA FATTORIA GLOBALE Edizioni Tabula fati, copertina di Vincenzo Bosica [ISBN-978-88-7475-266-9] Pag. 224 - € 16,00 

venerdì 11 maggio 2012

Al Salone di Torino!


Segnaliamo gli eventi di genere che ci risultano previsti al salone del libro, con una punta di attenzione anche a quanto riguarda chi vi scrive:
-Le molte attività delle varie branche di Delos Books: qui.
-L'evento su PKD di Fanucci: qui.
-La presentazione di Antarctica (Casini Editore) di Mario De Martino: su FB qui
-La sessione di firma copie di Ferro Sette (Armando Curcio Editore) e incontro con il sottoscritto allo stand Armando Curcio (G121) alle 11.00 del 13 maggio (su FB qui).
Arrivederci a Torino!

venerdì 4 maggio 2012

SYMPOSIUM - Lungo la strada, Antologia illustrata in pubblicazione

In pubblicazione per i tipi di GDS edizioni, a cura di Alexia Bianchini con prefazione di Paola Boni, l’antologia comprende 10 racconti di genere fantastico. 



Il ricavato degli autori del progetto Symposium andrà all'associazione “Liberi Tutti!” Autori: ALEXIA BIANCHINI, SAMANTHA BALDIN, NICOLA D’ONOFRIO, CLAUDIO CORDELLA, ANNA GRIECO, GAETANA FIORELLA, STEFANO SACCHINI, MAURIZIO LANDINI, SERENA MYRIAM BARBACETTO e SABRINA RIZZO 
Illustratori: MAX RAMBALDI (copertina), LUCIA ALOCCHI, SIMONE MESSERI, TERESA GUIDO, SARA CUCCU, JESSICA PRIMANI, FRANCESCO SIMONE e SAVERIA VALENTINA MASCHIO, che ha creato anche i book-trailer. 

Bianchini, la curatrice: “Il progetto “Symposium” è nato con l’intento di raccogliere racconti di genere e sottogenere fantastico, in modo da offrire al lettore una carrellata di stili e storie diversi fra loro, pur appartenendo tutti quanti al mondo dell’immaginario. La mitologia classica, le stranezze del weird, i paradossi dei viaggi temporali, le creature dei racconti horror come i lupi mannari, vampiri e demoni, senza dimenticare Intelligenze Artificiali e post-umani, nessuno di loro è stato tralasciato, cercando di offrire un panorama il più possibile completo dei regni della fantasia. Tutti i partecipanti, auto-nominatisi Bardi oltre la Soglia, sono stati coinvolti in un lavoro letterario di gruppo, analogo a quello dei circoli letterari tradizionali, protrattosi per più di un anno. Istituito un gruppo segreto su Facebook, utilizzando questo social network come uno strumento di lavoro e cooperazione, sono stati dati i termini e le condizioni per partecipare. Oltre alla lunghezza del testo, abbiamo fatto in modo che nessun racconto si accavallasse, cioè senza ripetizioni di temi-chiave o di qualsiasi altro elemento importante nella narrazione, imponendo al tempo stesso un identico incipit per tutti: Lungo la strada… 

Ogni volta che una novella era pronta, veniva postata nel gruppo per avere il riscontro da parte di tutti i partecipanti, scrittori e disegnatori compresi. È stata data la possibilità di inviare anche due racconti, in modo che il gruppo avesse la possibilità di scegliere il migliore. Il lavoro è stato svolto in maniera accurata e democratica. Lo scopo di questa antologia non è stato solo quello di riunire amici scrittori e disegnatori, ma anche di poter offrire al lettore una visione ampia della letteratura fantastica, creando scenari e intrecci diversi tra loro in grado di sorprenderlo. Purtroppo negli ultimi anni c'è stata una generale tendenza a ghettizzare certi generi, mettendone al contrario in risalto alcuni. In tal modo molti potenziali lettori non si avvicinano a tutta una serie di opere, a causa dell'errata convinzione che esse non siano di loro interesse. Quest'antologia nasce anche con l'obiettivo di combattere simili pregiudizi e far conoscere temi, generi e modi di raccontare che a nostro avviso possiedono ancor oggi la capacità di affascinare il lettore.” 

Il gruppo aperto sul social network Facebook dedicato a questo progetto si trova qui.
I book-trailer di S. V. Maschio sono visibili su Youtube: 

giovedì 26 aprile 2012

Vatikan, di Pierfrancesco Prosperi, in uscita.

Pubblichiamo il comunicato stampa ricevuto dalle Edizioni Tabula Fati e relativo alla pubblicazione del nuovo romanzo di Pierfrancesco Prosperi, Vatikan.



Roma 2032: la Santa Sede è sull’orlo della bancarotta per crisi di fedeli, di vocazioni, di offerte. Il Pontefice ha ricevuto una concreta proposta di acquisto in blocco del Vaticano da parte di una multinazionale, e si teme che neppure la vendita dell’immenso patrimonio immobiliare della Chiesa potrà salvare la città di Dio dal fallimento… 

Roma 2051. In vent’anni la situazione è radicalmente cambiata. La scoperta di vestigia cristiane su un lontanissimo pianeta ha ridato nuova linfa alla Fede e risollevato le sorti del cattolicesimo, che aspira a tornare agli antichi splendori. Ma una serie di delitti sconvolge il Vaticano sollevando sinistri interrogativi, e il sospetto di un gigantesco complotto inquieta gli addetti alle indagini, timorosi di trovarsi di fronte a segreti troppo grandi, a trame inconfessabili… 

Pierfrancesco Prosperi è nato nel 1945 ad Arezzo, dove vive e lavora. Architetto e urbanista, ha iniziato a scrivere giovanissimo, pubblicando il suo primo racconto su “Oltre il Cielo” all’età di quindici anni. È autore di più di centoventi racconti pubblicati su riviste, antologie e quotidiani, più volte ristampati e tradotti anche all’estero, in Francia, Belgio, Germania, Cecoslovacchia, Ungheria, Romania, Finlandia, Giappone. Vincitore di numerosi concorsi letterari, fra cui il Premio Italia, vinto due volte (1972 e 1994), il Premio Cosmo - Editrice Nord (1993), il Concorso Letterario Città di Montepulciano (1988 e 1989), ha pubblicato finora nove romanzi: Autocrisi (La Tribuna, 1971, ristampato in “Urania Collezione” nel 2011), Seppelliamo re John (La Tribuna, 1973, ristampato in “Urania” nel 2008), "Il tunnel" (Alberti, 1992), Garibaldi a Gettysburg (Editrice Nord, 1993), Autocrisi 2020 (Perseo Libri, 1997), Supplemento d’indagine (Settimo Sigillo, 1999), La Moschea di San Marco (Bietti, 2007), Incubo privato (Urania, 2008), La casa dell’Islam (Bietti, 2009), una raccolta di racconti, Le regole del gioco (Edimond, 2011) e un saggio sulle morti misteriose dei Presidenti americani, La serie maledetta (Armenia, 1980). 

Pierfrancesco Prosperi
Vatikan
Sci-fi collection
Copertina di Vincenzo Bosica
Edizioni Tabula fati
[ISBN-978-88-7475-263-8]
Pag. 160 - € 12,00

http://www.edizionitabulafati.it/vatikan.htm
http://sci-ficollection.blogspot.it/

lunedì 23 aprile 2012

Edizioni XII: versione digitale de "La Corsa Selvatica" di Riccardo Coltri


Dopo il successo ottenuto dall'edizione cartacea, la casa editrice lecchese pubblica in formato epub e mobipocket La corsa selvatica di Riccardo Coltri. Completa l'opera un'appendice di Dario Spada, tra i più noti saggisti su miti e folclore. Il romanzo è disponibile sull'eshop di Edizioni XII, Amazon.it, Simplicissimus Book Farm e tutti i portali della piattaforma Stealth a 3,90 euro. Disponibile anche la versione demo gratuita di 50 pagine, in formato pdf. 

Il libro
Primi anni del Regno d’Italia, al confine con il Tirolo. Una strana ricerca coinvolge un gruppo di agenti segreti dell’Esercito Regio, formato da soldati, stregoni e medium. Tra armi da fuoco, amuleti e Stregheria, contrabbandieri e banditi, le diverse avventure convergeranno nella scoperta di luoghi proibiti, di fatti maledetti accaduti in passato, e di ciò che di sanguinario e misterioso è sorto da tutto questo: la corsa selvatica (Scheda e-book: qui).

L'autore
Riccardo Coltri è interprete di un genere a cavallo tra fantastico e horror, che attinge nelle leggende alpine e mediterranee, portandoci con la sua scrittura elegante verso una realtà che potrebbe esistere (e forse è esistita) appena fuori dalla porta di casa nostra. Oltre a molti racconti su diverse riviste e antologie, suoi sono il romanzo horror Non c'è mondo (2001, basato sulla leggenda di Giulietta e Romeo) e Zeferina (2007, fantasy ambientato nel Regno d'Italia, riedito in versione ampliata nel 2009). Per ulteriori informazioni si veda l'annuncio ufficiale sul sito di Edizioni XII.

venerdì 20 aprile 2012

Mal comune mezzo gaudio, di R. Furlani

Sullo stesso numero della rivista Delos Science Fiction, il 143, su cui è apparsa l'intervista al sottoscritto per Ferro Sette, mi piace segnalare la presenza del racconto Mal comune mezzo gaudio, a firma del triestino e amico Roberto Furlani, una storia di fantascienza militare che vede attribuire alla resistenza alla prigionia un valore estremo per i combattenti. 


Un racconto che, a nostro giudizio, usa un'ambientazione fantascientifica allo scopo di valorizzare la resistenza di qualsiasi forma e genere, e che altrettanto bene si sarebbe potuto declinare in uno scenario guerresco di qualsiasi epoca storica, a dimostrazione dell'universalità della narrazione di genere.
Mal comune mezzo gaudio è accessibile direttamente seguendo questo link.

lunedì 16 aprile 2012

Da oggi è disponibile "Il Canto Oscuro", il primo romanzo di Alessio Brugnoli.

Esce oggi, 16 aprile, Il Canto Oscuro, primo romanzo dello scrittore Alessio Brugnoli, con copertina firmata da Elena Cermaria. Il romanzo, vincitore del Premio Kipple 2011, fa parte della collana “Avatar” ed è da oggi disponibile in versione eBook, nella collana “eAvatar”. In coda al post troverete il booktrailer dell'opera.
Con questo romanzo Alessio Brugnoli ci regala un ottimo esempio di steampunk alla “romana”. Un’ambientazione d’inizio secolo in cui le soprese tecnologiche non mancano e l’azione si snoda tra eleganti teatri dell’opera, antiche residenze decadute, bische e la classica Roma “sparita”. Sullo sfondo di un’indagine, partita per scoprire il responsabile di un crimine, si muove il principe Andrea il quale diventerà, suo malgrado, testimone di un tempo di trasformazione, un tempo che segnerà l’avvento di un nuovo modo di concepire l’elaborazione elettronica.

ISBN 978-88-95414-75-1
Editore Kipple Officina Libraria
Premio Kipple IV edizione 

Sito Web: http://www.kipple.it

mercoledì 11 aprile 2012

Ferro Sette ad Ancona e a Roma.

Segnaliamo le prime due presentazioni previste per Ferro Sette:

Ancona: sabato 21 aprile, ore 17.00 - Libreria Feltrinelli, Corso Giuseppe Garibaldi, 35
Roma: venerdì 27 aprile, ore 18.30 - Caffé Letterario, Via Ostiense, 95

Seguiranno ulteriori dettagli.

venerdì 23 marzo 2012

In arrivo il N. 9 di "IF".

Il n. 9 di IF è dedicato agli Alieni, uno dei temi più affascinanti della fantascienza, fin dai primi lavori di H. G. Wells.


Apriamo con un'originale definizione di "Alieno", dettata da Romolo Runcini, il decano del fantastico italiano. Di seguito ne parlano alcuni tra i più assidui collaboratori di IF: Giuseppe Panella, Domenico Gallo, Gian Filippo Pizzo, Gianfranco de Turris.
Annamaria Fassio e Riccardo Gramantieri dialogano su John Wyndham, mentre Piero Giorgi presenta la prima parte del suo esaustivo saggio su Jack Williamson.
A questi si aggiunge una firma d'eccezione, Jean-Pierre Laigle. Lo pseudonimo dietro il quale si nasconde uno dei più validi studiosi francesi del fantastico, ben noto per aver collaborato con la storica fanzine francese "Mercury" di Jean-Pierre Fontana, molto attiva negli anni Sessanta. Laigle inizia la collaborazione presso IF con un duplice intervento: un saggio affascinante sul misterioso pianeta Vulcano e un racconto fantastico ispirato allo stesso argomento.
Come sempre, la densità e l'originalità dei temi trattati fanno di questo numero di IF un volume monografico di grande interesse anche per i non appassionati di letteratura di genere. Un fascicolo da consultare e conservare.
Nella sezione narrativa, oltre a Laigle, Domenico Gallo si cimenta assieme a Pietro Pancamo, a un fulminante Walter Catalano e a Krzysztof T. Dabrowsky, promettente scrittore polacco che debutta su IF.
E poi l'intervista a Franco Forte, a proposito del suo ultimo romanzo, Il segno dell'untore, una rassegna di Claudio Asciuti sul cinema fantastico e le consuete recensioni.



Modalità di abbonamento
Una copia Euro 8.00
Quattro numeri Euro 30.00
Per acquisti o abbonamenti:
versamento sul c.c. postale 68903921
oppure IBAN IT35 H076 0115 5000 0006 8903 921 intestati a Gruppo Editoriale Tabula Fati 66100 Chieti - Via A. Aceto n. 18

Diffusione e Abbonamenti: rivistaif(at)yahoo(dot)it

Redazione e Direzione: direzioneif(at)hotmail(dot)com


lunedì 19 marzo 2012

Ferro Sette alla Deepcon 13.

Tutto confermato in merito alla presenza di Ferro Sette in anteprima alla Deepcon 13, che si terrà a Fiuggi, venerdì 23 p. v. alle 15.00. Avrò l'onore di essere presentato da Lanfranco Fabriani, due volte Premio Urania e autore di romanzi bellissimi quali Lungo i vicoli del tempo e Le nebbie del tempo
Questo il link al programma definitivo.

Il libro uscirà in realtà il 18 aprile.

Quello che segue è un dettaglio della prima di copertina del libro.
In coda al post, un'altra anticipazione: il testo della quarta di copertina.


"Dormire è un atto di semplice sopravvivenza, produrre è lo scopo della vita umana. Per reggere la spietata concorrenza, bisogna che tutti facciano la loro parte, fino in fondo."

Un giorno l'umanità potrebbe dover fare i conti con una realtà simile a quella narrata in Ferro Sette. Sarà quello, il momento per riscoprire il Tobruk Ramarren che c'è in ciascuno di noi.

Lanfranco Fabriani, Premio Urania 2001 e 2004.

martedì 13 marzo 2012

Due Mondi, by Kipple.

Volentieri pubblico la notizia ricevuta dagli amici di Kipple Edizioni.



KippleOfficina Libraria pubblica in eBook il racconto Duemondi, di FrancescoVerso, che si conferma come sperimentatore a tutto tondo del genere Fantastico, un tentativo di superamento dei confini tra il genere fantascientifico e il Fantasy, quest’ultimo inteso però in un’accezione “biotecnologica”.
La vicenda è ambientata in un futuro remotissimo, su una Terra molto diversa da quella attuale: l’evoluzione umana ha intrapreso percorsi che hanno portato all’avvento di altre razze. Razze che si pongono domande angoscianti sul proprio futuro. La presenza misteriosa di una Torre dei Semi riaccenderà in alcuni individui nuove speranze e il desiderio, forse utopistico, di ristabilire gli antichi equilibri ambientali.
Da una delle firme più promettenti della nuova SF italiana, un testo che può essere a buon diritto considerato una vera e propria pietra miliare della nuova narrativa fantastica. Quando la speculazione scientifica sposa il pathos del migliore Fantasy.
Il libro digitale è in vendita al prezzo di 1€ sul sito Kipple, mentre sugli altri negozi digitali (Amazon, Simplicissimus etc.) a un prezzo di poco superiore; è rigorosamente senza lucchetti digitali DRM ed è disponibile in formato ePub e Mobi.


L’autore
FrancescoVerso (Bologna, 1973) è stato finalista al Premio Urania Mondadori 2004 con il romanzo Antidoti umani e nel 2009 ha vinto il Premio Urania Mondadori con il romanzo e-Doll - Il Fabbricante di Sorrisi. Alcuni suoi racconti sono apparsi in magazine e riviste tra cui iComics, Robot e NeXT.

sabato 10 marzo 2012

È uscito il N. 12 de "La Zona Morta Magazine"

Pubblichiamo molto volentieri il comunicato stampa ricevuto da Davide Longoni sull'uscita del Numero 12 del suo celebre Magazine.



La Zona Morta Magazine, rivista trimestrale di horror, fantascienza, mistero e tutto ciò che è fantastico nella migliore tradizione della Zona Morta.
 
In questo numero:
Interviste a Danilo Arona, Barbara Baraldi, Lorenza Ghinelli, Robert Englund, Jeffrey Combs; Licantropus, Clive Barker, le saghe di Nightmare, Children of the Corn e Re-animator, i Vampiri nella letteratura italiana, i Lupi Mannari e molto altro ancora.
 
PER FESTEGGIARE IL QUINTO COMPLEANNO DEL SITO E IL TERZO DELLA RIVISTA PROSEGUE INOLTRE LA PROMOZIONE PER COMPLETARE LA RACCOLTA CON IL 20% DI SCONTO SU QUESTO NUMERO E SU TUTTI I NUMERI ARRETRATI.

Disponibile su Lulu.com: qui.

Maggiori dettagli: qui.

SITO UFFICIALE: http://www.lazonamorta.it
INFO: longdav(at)libero.it

domenica 4 marzo 2012

1860: La storia filosofica dei tempi futuri.


L'anno del titolo di questo post, il 1860, fa pensare subito alla storia del Risorgimento italiano. Ricorre infatti oggi il centocinquantunesimo anniversario della misteriosa morte del padovano Ippolito Nievo, scrittore, patriota, seguace degli ideali mazziniani e infine partecipante alla spedizione dei Mille, dal cui rientro trovò la morte a neanche trent'anni durante la navigazione da Palermo a Napoli. Il malridotto vascello su cui viaggiava, l'Ercole (che sarebbe dovuto andare in disarmo già da tempo), naufragò presso il golfo di Napoli senza nessun sopravvissuto. Molto si è detto sulla stranezza di una simile morte, fino allo sviluppo di ipotesi di complotti internazionali ante-litteram, già in epoca risorgimentale, basate forse anche sul fatto che Nievo era il "cassiere" di detta spedizione.
Noto ai più per le Confessioni di un Italiano, romanzo patriottico pubblicato postumo, Nievo fu però anche l'autore de La Storia Filosofica dei Tempi Futuri, un esempio in piena regola di fantascienza ottocentesca di genere distopico, in cui viene tratteggiata la storia europea fino all'anno 2222. 
La Storia si divide in cinque periodi: Dalla Pace di Zurigo alla Pace di Lubiana, Dalla Pace di Lubiana alla federazione di Varsavia (1960), Dalla federazione di Varsavia alla rivoluzione dei contadini (2030), Creazione e moltiplicazione degli omuncoli (2066-2140) e infine Dal 2180 al 2222, o il periodo dell'apatia.
Potete trovare ulteriori informazioni seguendo questo link, oppure ascoltare un estratto pubblicato su RAI Radio 3 direttamente qui.
Ci piace celebrare questo anniversario della morte di Ippolito Nievo, incontrata a nemmeno trent'anni d'età mentre inseguiva i suoi sogni di libertà, pensando che la stessa fantasia che lo portava a desiderare, come molti Mazziniani e come molti Garibaldini, un'Italia, un'Europa e un mondo migliori, ne fece anche un pioniere della letteratura di genere, a cui affidò la sua visione politica e storica del futuro.

sabato 3 marzo 2012

Stasera Carlos Ruiz Zafon a "Che Tempo che Fa".


Il grande autore catalano questa sera sarà fra gli ospiti di Fabio Fazio su RAI 3. Ringraziamo Luana Ciffolilli, titolare della Libreria Mondadori di Vasto, per la segnalazione.

POST-SCRIPTUM, 5 marzo 2012: qui la trasmissione integrale sul sito RAI; quella con Zafon è la prima intervista di Fazio.

sabato 25 febbraio 2012

Tutto (o quasi) il catalogo di Edizioni XII in eBook!

Edizioni XII pubblica l'intero catalogo delle proprie collane Eclissi e Mezzanotte in edizione integrale digitale, in due formati: ePub e Mobipocket.



Dal 14 febbraio è già disponibile Diario Pulp, di Strumm, a cui faranno via via seguito i titoli pubblicati successivamente.

Una fusione incredibile di noir e pulp che vi porterà su e giù per le vie della capitale fra sparatorie in centro città, regolamenti di conti, gambe mozzate e sette sataniche in periferia. Un solo consiglio: non ridete di Duffy Duck. Potrebbe costarvi molto caro. 

L’eBook, realizzato da eBookAndBook e disponibile, tra gli altri, tramite il comodissimo store online di Simplicissimus Book Farm, è stato realizzato per rendere più fedelmente possibile la lettura della versione cartacea, senza dimenticare di valorizzare gli aspetti propri del formato digitale. In vendita a soli 3.90 €, lo trovate sia nel formato ePub che in versione MobiPocket per il Kindle.
Come per le precedenti, la versione digitale dei nostri libri è - e sarà - "DRM-free", ovvero libera da qualsiasi vincolo. Solo un watermark, versione odierna degli Ex libris, viene posto automaticamente all’interno della pubblicazione. 
Per ulteriori informazioni si veda l'annuncio ufficiale sul sito di Edizioni XII.

martedì 21 febbraio 2012

Scritture Aliene, il Numero 5.

Con lieve ritardo diamo notizia della nuova uscita (la Numero 5) nella collana diretta da Vito Introna, mentre già la successiva si approssima.


Ecco di cosa si parla in questo numero.
L’Androide Alice salverà i suoi amici mutanti dall’avidità distruttrice del suo imperatore? Una nuova razza di ominidi malaticci e telepatici soppianterà l’homo sapiens? Uomini regrediti e decrepiti vampiri collaboreranno nella resistenza all’invasore alieno? Cosa si rischia nel giocarsi l’anima a scacchi, se dall’altra parte del tavolo siede Satana in persona? Robot impazziti e sanguinari spazzeranno via ogni forma di vita terrestre? Se un enorme automa s’innamorasse di una bambina umana, chi mai potrebbe fargli cambiare idea? Il terribile Totka annuncia telepaticamente l’invasione della Terra. Sarà vero?

Curatore: Vito Introna
Copertina: Alexia Bianchini
Autori: Stefano Sacchini, Elvira Scarpello, Daniela Barisone, Francesco Troccoli, Alexia Bianchini, Nazareno Barra, Sandro Battisti